Logo

i vincitori del 72° Festival di Cannes

Gisaengchung (Parasite), il film del regista sudcoreano Bong Joon-Ho, ha vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes. È una commedia sulle storie intrecciate di due famiglie, una squattrinata e una molto ricca, dello stesso regista di Okja e Snowpiercer. Il Grand Prix, considerato una specie di secondo posto, è invece andato ad Atlantique della regista francese Mati Diop, un film sulla storia di un gruppo di operai della periferia di Dakar, in Senegal.
Il premio della giuria lo hanno vinto due film: Les Misérables del regista maliano Ladj Ly e Bacurau dei brasiliani Kleber Mendonça Filho e Juliano Dornelles. Il primo è un film poliziesco che racconta le tensioni etniche e sociali della periferia parigina, mentre il secondo racconta una storia fantastica ambientata in un piccolo e misterioso villaggio brasiliano. Il premio per la miglior regia è andato ai fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne per Le Jeune Ahmed, che racconta di un giovane studente musulmano che si radicalizza e progetta l’omicidio della sua insegnante. La Camera d’oro, il premio per la migliore opera di un esordiente, è andato a Nuestras Madres del regista guatemalteco César Díaz.

Tutti i premi 72 Festival di Cannes

Gisaengchung (Parasite), vincitore della Palma d’Oro

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.