Logo

RIDE di Valerio Mastandrea

con Chiara Martegiani, Arturo Marchetti,
Renato Carpentieri, Stefano Dionisi,
Milena Vukotic

Torino 36

Italia, 1h30
v.o. italiano


mercoledì 28 novembre, ore 20.00
Anteo Palazzo del Cinema, Sala Astra

biglietti in vendita online su spaziocinema.info

 

ore 18.30 Sala Excelsior
LEZIONE DI CINEMA CON VALERIO MASTANDREA

Modera l'incontro Mattia Carzaniga. 50 posti disponibili per gli spettatori le vie del cinema. Prenotazioni scrivendo a [email protected] entro martedì 27 novembre. Per accedere in sala occorrerà mostrare il biglietto per la proiezione. In collaborazione con spazioCinema.


Una domenica di maggio, a casa di Carolina si contano le ore. Il giorno successivo bisognerà aderire pubblicamente alla commozione collettiva che ha travolto una piccola comunità sul mare: se n’è andato Mauro Secondari, un giovane operaio caduto in fabbrica. E da quando è successo la sua compagna Carolina è rimasta sola, con un figlio di dieci anni, e con una fatica immensa a sprofondare nella disperazione per la perdita dell’amore della sua vita. Perché non riesce a piangere? Perché non impazzisce dal dolore? Manca un giorno solo al funerale e tutti si aspettano una giovane vedova devastata. Carolina non può e non deve deludere nessuno, soprattutto se stessa.
(Fonte: TFF)

 
 
Valerio Mastandrea (Roma, 1972), regista, sceneggiatore e attore versatile ed eclettico, debutta sul grande schermo nel 1994 recitando in Ladri di cinema di Piero Natoli. Nel 1997 viene premiato con la Grolla d’oro e il Pardo al Festival di Locarno per Tutti giù per terra di Davide Ferrario. Alla carriera cinematografica affianca quella teatrale, distinguendosi in molti ruoli, come in quello di Rugantino, dall’opera omonima di Garinei e Giovannini. Numerose le interpretazioni per registi di fama nazionale e internazionale, fra cui Viola bacia tutti (1997) di Giovanni Veronesi, Un giorno perfetto (2008) di Ferzan Ozpetek e Pasolini (2014) di Abel Ferrara. Nel 2010, vince il David di Donatello con La prima cosa bella di Paolo Virzì, premio conferitogli nuovamente nel 2013 per Gli equilibristi (2012) e Viva la libertà, e nel 2017, per Fiore. L’esordio alla regia risale al 2005 con il cortometraggio Trevirgolaottantasette. Ride è il suo primo lungometraggio.
 
trailer

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.